Grecia vuole concludere esame Ue/Fmi,non accetta richieste "irrazionali"- Tsipras

mercoledì 23 novembre 2016 15:20
 

ATENE, 23 novembre (Reuters) - La Grecia vuole concludere la verifica sul programma di assistenza finanziaria ma non può accettare richieste irrazionali sulle riforme del mercato del lavoro o qualsiasi ulteriore misura di austerità.

Lo ha detto il premier Alexis Tsipras, aggiungendo di ritenere verosimile che l'esame si possa chiudere prima dell'Eurogruppo del 5 dicembre.

"Il governo greco è pienamente coerente con quello che è stato concordato e ha dato prova di avere la volontà politica di concludere la seconda verifica del bailout, senza ritardi privi di senso", ha detto Tsipras ai deputati di Syriza. "Ma questo non vuole dire che potremmo anche solo discutere di richieste irrazionali".

Le differenze sugli obiettivi di bilancio, l'energia e le politiche del lavoro possono essere appianate se c'è la volontà politica da parte di tutti, ha detto Tsipras, sottolineando come nell'Unione europea ci sia in questa fase "uno slancio politico, una finestra di opportunità" per aiutare la Grecia ad uscire dalla crisi del debito.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia