Spread Btp/Bund 10 anni sale a 186 pb, nuovo massimo da ottobre 2014

mercoledì 23 novembre 2016 10:28
 

MILANO, 23 novembre (Reuters) - Con il passaggio in negativo del secondario italiano, poco dopo un'apertura in rialzo, il differenziale di rendimento Italia-Germania sul tratto decennale allarga fino a toccare il nuovo massimo da metà ottobre 2014.

Secondo gli operatori, alla base del movimento di allargamento c'è ancora la pesantezza del secondario italiano per l'incertezza relativa all'esito del referendum e per la scarsità dei volumi sul fronte 'cash', in particolare sul segmento a 10 anni.

Alla base del movimento anche un fattore tecnico, il 'roll' del benchmark del decennale italiano, passato ieri dal giugno 2026 al dicembre 2026 che rende qualche centesimo in più.

In mattinata da segnalare anche l'asta del decennale tedesco (3 miliardi di Bund con scadenza agosto 2026) e quella portoghese (tra 500 e 750 milioni di euro in titoli a 5 anni).

Attorno alle 10,15 lo spread Italia-Germania vale 186 punti base, dai 180 dell'apertura odierna e dai 181 della chiusura di ieri, toccando il nuovo massimo da metà ottobre 2014 quando aveva toccato i 203 punti base.

Il tasso del decennale sale a 2,07% da 2,03% dell'apertura e da 2,04% dell'ultima chiusura.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia" Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia