BTP chiudono in calo con periferia su rischio referendum, prospettiva rialzo tassi Fed

giovedì 17 novembre 2016 17:28
 

MILANO, 17 novembre (Reuters) - Chiusura in calo per il
mercato obbligazionario italiano, che cede dopo un effimero
tentativo di recupero nella prima parte della seduta.
    ** A zavorrare i Btp -- protagonisti negativi di un
movimento che ha interessato i titoli di Stato periferici -- il
rischio di una fase d'instabilità politica innescata dal
referendum costituzionale e il cementarsi delle aspettative di
un rialzo dei tassi da parte di Federal Reserve a dicembre. 
    ** Per quanto riguarda il referendum, i sondaggi danno in
vantaggio il fronte del no, mentre il presidente del Consiglio
Matteo Renzi si sta spendendo in prima persona nella campagna
referendaria a favore della riforma, osteggiata da
un'opposizione variegata in cui non mancano pulsioni
anti-establishment.
   ** Renzi peraltro oggi ha affermato di non essere interessato
a partecipare ad un governo tecnico o di transizione, mentre nei
giorni scorsi ha detto di non essere adatto a galleggiare, nel
caso dalle urne uscisse un verdetto non favorevole.
    ** Altro tema che suggerisce cautela agli investitori è la
situazione del sistema bancario, alle prese con una delicata
fase di consolidamento che -- è il timore degli investitori -- 
potrebbe diventare più complessa in una fase di incertezza
politica.
    ** Il tasso sul benchmark decennale italiano giugno 2026
 ha terminato la seduta a 2,03% da 1,97% della
chiusura di ieri, mentre lo spread ha chiuso a 175 punti base da
167 dell'ultima chiusura, non lontano dal massimo dall'ottobre
2014 di 178 punti base registrato lunedì.
    ** Sul fronte banche centrali, da registrare la presa di
posizione di Yves Mersch, membro del board Bce, che ha definito
prematuro parlare di riduzione delle misure espansive, mentre la
numero uno della Fed Janet Yellen ha prospettato un rialzo dei
tassi in tempi relativamente brevi.
    ** La direzione opposta delle due banche centrali ha spinto
al masssimo dal 1990 lo spread tra Treasuries Usa e Bund nel
tratto a 10 anni, ormai vicino ai 200 punti base
.
    
============================ 17,20 =============================
 FUTURES BUND DIC.                     160,78   (+0,46)  
 FUTURES BTP  DIC.                     133,75   (-0,71)  
 BTP 2 ANNI  (GIU 18)                 105,187  (-0,041)   0,100%
 BTP 10 ANNI (GIU 26)                  96,380  (-0,541)   2,030%
 BTP 30 ANNI (SET 46)                 102,210  (-0,586)   3,157%
 ========================= SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          197         193
 BTP/BUND 2 ANNI                                 75          74
 BTP/BUND 10 ANNI                               175         167
 minimo                                       165,7       162,4
 massimo                                      176,9       167,3
 BTP/BUND 30 ANNI                               226         221
 BTP 10/2 ANNI                                193,0       187,8
 BTP 30/10 ANNI                               112,7       114,3
 ================================================================
    
 
    
    Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana
con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono
digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama
Italia" 
    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia