Banche, npl Italia più che coperti, non ostacolano crescita paese-Messina

martedì 15 novembre 2016 17:05
 

MILANO, 15 novembre (Reuters) - Il problema delle sofferenze bancarie italiane è assolutamente gestibile perché sono più che coperte da accantonamenti e garanzie reali e non sono un fattore di ostacolo alla crescita del paese.

Lo ha detto il Ceo di Intesa Sanpaolo Carlo Messina a margine di un convegno a Milano.

"Siamo entrati nella trappola della definizione di quello che ci deve essere portato dall'Europa come nostro punto di debolezza", ha detto Messina. "Il tema è talmente esagerato che siamo riusciti a entrare nella comunicazione di francesi e tedeschi che cercano di porre in difficoltà il sistema bancario italiano, magari per poi poter effettuare delle acquisizioni".

"Gli npl italiani, le sofferenze italiane sono più che coperte dagli accantonamenti effettuati delle aziende bancarie italiane e più che coperte dal valore delle garanzie reali. Non sono un fattore ostativo alla crescita", ha proseguito Messina.

"È assolutamente un aspetto esagerato al di fuori dell'Italia, ma è un problema assolutamente gestibile", ha detto il banchiere.

Messina ha poi ricordato che Intesa nei primi nove mesi ha ridotto di 5 miliardi di euro lo stock di npl e che anche il problema delle sofferenze di Mps verrà risolto "attraverso l'intervento del Fondo Atlante, uno strumento condiviso dalle principali istituzioni finanziarie dell'Italia".

(Gianluca Semeraro)

  Continua...