PUNTO 2-Ubi Banca torna in utile in trim3 dopo scossa trim2, titolo in rialzo

venerdì 11 novembre 2016 16:22
 

(aggiunge dettagli da conference call, aggiorna andamento titolo)

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Ubi Banca chiude il terzo trimestre con un utile di 32,5 milioni, in calo del 13,5% sullo stesso periodo del 2015, che consente però all'istituto di ridurre la perdita sui nove mesi a 754,5 milioni dopo il forte impatto del piano industriale, in termini di costi e rettifiche, sui conti del secondo trimestre.

I risultati al 30 settembre sono in linea alle attese degli analisti a livello operativo, anche se l'utile è migliore del consensus (26 milioni) per un effetto fiscale. Qualche sorpresa positiva è arrivata invece dai coefficienti patrimoniali.

Il CET1 fully loaded a fine settembre sale infatti all'11,28% dall'11,02% di giugno e salirebbe di altri 70 punti base includendo gli effetti derivanti dal riacquisto delle minorities e dalla deducibilità fiscale delle maggiori rettifiche su crediti effettuate.

Il ratio patrimoniale include il computo pro-quota di un dividendo almeno pari a quello del 2015 (0,11 euro).

Alle 16,20 circa il titolo è in rialzo del 6,76% a 2,46 euro, di gran lunga la migliore performance tra i bancari italiani

In una videointervista l'AD Victor Massiah parla di una trimestrale "in miglioramento" e "corente con quelle che erano, complessivamente le aspettative del piano, dove sul lato ricavi le commissioni vanno nel senso di compensare il minor margine di interesse mentre i costi e il costo del rischio sono perfettamente allineati con le aspettative".

L'AD sottolinea inoltre il miglioramento della qualità del credito anche grazie a dei "passaggi da 'bonis' a crediti problematici che sono un terzo di quelli che erano nei momenti di picco della crisi, e sono sostanzialmente comparabili con i momenti pre-crisi".

Per la restante parte dell'esercizio, senza considerare gli elementi non ricorrenti, la banca stima complessivamente una crescita dei ricavi operativi rispetto al terzo trimestre, mentre il costo del credito dovrebbe confermarsi in riduzione.   Continua...