Popolari, tensione a Camera, parte Pd spinge per soglia attivi a 30 mld

mercoledì 9 novembre 2016 15:08
 

ROMA, 9 novembre (Reuters) - Tensione alla Camera sulla riforma delle banche popolari, con una parte del Partito democratico che spinge perché aumenti a 30 da 8 miliardi la soglia oltre la quale diventa obbligatoria la conversione in società per azioni.

Un emendamento al decreto fiscale è già pronto da ieri sera e porta la firma dei relatori: Paolo Tancredi (Ncd) e Giovanni Sanga (Pd).

L'obiettivo dichiarato è consentire a Banca popolare di Bari di mantenere la forma cooperativa, dicono fonti parlamentari. Il governo non si sarebbe messo di traverso ma il testo al momento è congelato per una divisione tutta interna al Pd di Matteo Renzi.

La mancanza di un accordo rischia di avere altre conseguenze. Potrebbero saltare anche gli emendamenti dei relatori che introducono nuove norme a sostegno del sistema bancario, in particolare sui contributi addizionali al fondo di risoluzione e sulle rettifiche di valore

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia