Banche salvate, arriva emendamento per spalmare onere su settore

mercoledì 9 novembre 2016 13:41
 

ROMA, 9 novembre (Reuters) - È stato presentato alla Camera l'emendamento al decreto fiscale che consente di spalmare nel tempo il nuovo onere cui andranno incontro le banche per il ritardo nella cessione di Banca Etruria, Banca Marche, CariFerrara e Carichieti.

Il problema nasce dal fatto che il Fondo di risoluzione riuscirà a recuperere meno degli 1,8 miliardi con cui aveva ricapitalizzato le quattro banche, salvandole a fine novembre 2015.

Bankitalia dovrà quindi imporre un "contributo addizionale" alle banche 'sane' per far fronte alle perdite.

L'emendamento, presentato dai relatori di maggioranza, affida alla Banca d'Italia il compito di definire l'arco temporale entro il quale l'importo dovrà essere versato.

Rispetto alle bozze circolate ieri la novità è che è scomparso il termine massimo di "cinque anni" per il pagamento.

Il testo è ora al vaglio di ammissibilità.

Il decreto fiscale collegato alla manovra arriverà in aula domani, in base all'attuale calendario dei lavori.

(Giuseppe Fonte)

  Continua...