Italia, dialogo costruttivo, settimana prossima parere Ue - Moscovici

mercoledì 9 novembre 2016 14:05
 

MILANO, 9 novembre (Reuters) - Con l'Italia è in corso un dialogo "costruttivo e positivo" e la Commissione comprende la situazione attuale del Paese. Ma Roma ha potuto beneficiare già quest'anno della flessibilità sui conti.

Lo dice il commissario Ue agli Affari economici e monetarie Pierre Moscovici.

"Siamo in una fase di dialogo costruttivo e positivo con l'Italia, questa Commissione capisce le difficoltà economiche e sociali e accompagna l'Italia nel suo sforzo verso le riforme. Ed è in questo spirito che la flessibilità è già stata concessa nel 2016" afferma Moscovici durante la conferenza stampa seguita alla presentazione da parte di Bruxelles delle stime economiche d'autunno.

"Dobbiamo tenere conto nel modo giusto e proporzionato delle spese che possono e devono essere effettuate per l'accoglienza dei rifugiati, anche a nome degli altri paesi europei, e quando si tratta di sostenere delle spese che sono anche investimenti per la prevenzione e la cura delle calamità naturali, in questo caso i terremoti" prosegue il commissario, aggiungendo che, tenendo conto di tale contesto, la Commissione presenterà il suo parere sulla manovra italiana la settimana prossima.

Moscovici osserva che non si sono verificate quelle "circostanze eccezionali" che giustificano il rifiuto o la richiesta di un nuovo bilancio.

Il commissario spiega che il saldo strutturale italiano peggiorerà dello 0,5% del Pil nel 2017 e che quest'anno il debito pubblico aumenterà al 133% del Pil, "però la buona notizia è che dovrebbe stabilizzarsi nel 2017 e 2018 grazie ai tassi di interesse più bassi pagati sul debito e a una crescita più forte del Pil nominale".

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia