Legge Bilancio, target Pil +1% non irraggiungibile - Bankitalia

lunedì 7 novembre 2016 11:41
 

ROMA, 7 novembre (Reuters) - L'obiettivo di crescita a +1% nel 2017 è superiore alle stime dei principali previsori oggi disponibili "ma non è irraggiungibile".

Lo dice la Banca d'Italia nel corso di un'audizione alla Camera sulla legge di Bilancio.

"Diversi interventi previsti dalla manovra sono apprezzabili in quanto rivolti ad affrontare temi chiave per il Paese: la ripresa dell'accumulazione di capitale produttivo, il contrasto dell'evasione fiscale, la prevenzione del rischio sismico", dice il vice direttore generale della Banca d'Italia, Luigi Federico Signorini.

L'esecutivo in particolare ha stanziato circa un miliardo l'anno in media tra 2017 e 2019 per l'emergenza sismica e la messa in sicurezza di case e impianti produttivi.

"Sono interventi necessari da tempo, da attuare con la massima rapidità", dice Bankitalia suggerendo che "meccanismi assicurativi, opportunamente disegnati, potrebbero potenziare l'efficacia degli incentivi fiscali".

Parole di apprezzamento anche per le misure che anticipano l'accesso alla pensione. Acquisita, con la riforma del 2011, la transizione del sistema pensionistico contributivo, "è oggi possibile consentire, entro certi limiti, una maggiore libertà personale nella scelta del momento del pensionamento".

"Le modalità tecniche con cui estendere tale possibilità anche ad altri lavoratori possono essere diverse; quello che conta è che ci si muova nell'ambito della logica del sistema, senza snaturarne i presupposti di equità attuariale e sostenibilità finanziaria", spiega Signorini.

Da ultimo Bankitalia sottolinea che la riduzione del debito "resta un obiettivo strategico del Paese. Ne va garantita la credibilità con politiche di riforme strutturali che accrescano il potenziale di sviluppo dell'economia e, al tempo stesso, con una coerente azione di bilancio che assicuri un calo progressivo del disavanzo".

  Continua...