Referendum, per Avvocato Stato Consulta non può rinviare data

mercoledì 2 novembre 2016 12:30
 

MILANO, 2 novembre (Reuters) - Non è previsto dalla legge che la Corte Costituzionale abbia il potere di rinviare il referendum previsto il 4 dicembre. Lo ha sostenuto, secondo quanto riferito da fonti legali, l'Avvocato dello Stato Gabriella Vanadia durante l'udienza che si è svolta davanti al giudice civile di Milano Loreta Dorigo giovedì scorso per discutere il ricorso presentato dal professor Valerio Onida.

Il presidente emerito della Consulta chiede che la Corte si pronunci sulla legittimità costituzionale della legge istitutiva del referendum (352 del 1970) che, secondo la sua interpretazione, violerebbe il principio della libertà dell'elettore di esprimere valutazioni diverse su materie disomogenee.

Un elettore, per esempio, è la tesi di Onida, potrebbe voler eliminare il bicameralismo perfetto ma essere a favore del mantenimento del Cnel.

L'avvocato Vanadia, che nell'udienza rappresenta la Presidenza del Consiglio, ha fatto presente che, anche se il giudice dovesse accogliere il ricorso, la Corte Costituzionale non potrebbe sospendere il referendum perché questo potere è previsto solo nel caso di referendum relativi a conflitti tra Stato e Regioni.

L'ex giudice costituzionale Onida ha ribattuto che la Corte potrebbe fare lo stesso in questo caso per analogia, ma l'ultima parola su un eventuale rinvio della consultazione spetterebbe alla Corte. In ogni caso, per Onida sarebbe importante arrivare a una pronuncia della Corte anche a referendum già avvenuto, per future consultazioni.

Intanto, fino a questa mattina, il giudice Dorigo non ha sciolto la riserva né sul ricorso presentato da Onida né su quello analogo proposto da un pool di avvocati.

Il Tribunale ha precisato che non verrà emesso alcun comunicato ufficiale sull'esito dei ricorsi trattandosi di una materia che riguarda parti private.

Il giudice ha tre strade davanti a sé: accogliere l'istanza, respingerla oppure adottare una decisione interlocutoria, come per esempio chiedere a Onida di citare anche i comitati referendari, un'omissione sollevata dall'Avvocato dello Stato.

  Continua...