BOND EURO-Deboli in apertura, banche centrali Giappone e Australia ferme su tassi

martedì 1 novembre 2016 08:41
 

MILANO, 1 novembre (Reuters) - Avvio di seduta con il segno
meno per il secondario tedesco, che cede circa un quarto di
punto rispetto alla chiusura precedente, mentre per i listini di
borsa si profila una partenza positiva.
    ** Dal punto di vista tecnico, il futures sul Bund ha rotto
sui grafici il primo supporto a 161,67 e potrebbe puntare a
quello successivo di 161,37.  
    ** In linea con la stima di mercato e analisti, sia Banca
del Giappone sia Federal Bank of Australia hanno confermato i
tassi sui livelli attuali. Contrariamante al tono rialzista
scelto dall'istituto centrale australiano per commentare il
quadro macro, Banca del Giappone ha rivisto al ribasso le
proiezioni sull'inflazione, destinata a raggiungere l'obiettivo
di 2% nel corso dell'anno fiscale 2018 in luogo del 2017
previsto in luglio.
    ** In considerazione della festività di Ognissanti la seduta
si prospetta dai volumi sottili e improntata a un tono difensivo
per il mercato obbligazionario. Incoraggianti invece per le
borse sono gli ultimi dati macro sul settore manifatturiero
cinese, la cui performance è migliorata in ottobre.
        
 ========================= ORE 8,35 ===========================
 FUTURES EURIBOR DIC.         100,305 (inv.)   
 FUTURES BUND DICEMBRE       161,84  (-0,33)          
 FUTURES BTP DICEMBRE        138,44  (-0,12)      
 BUND 2 ANNI             101,159 (-0,004)  -0,617% 
 BUND 10 ANNI            98,253 (-0,134)   0,180% 
 BUND 30 ANNI           144,583 (-0,559)   0,809% 
 
 ==============================================================
        
    
    Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana
con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono
digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama
Italia"
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia