Banche, esagerate osservazioni su stato crisi istituti italiani - Visco

giovedì 27 ottobre 2016 12:20
 

ROMA, 27 ottobre (Reuters) - Bankitalia pubblicherà oggi un documento specifico sullo stato di salute delle banche meno significative, direttamente vigilate da via Nazionale, che evidenzierà come sono esagerati giudizi genericamente critici sulla crisi degli istituti italiani.

Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco in un passaggio a braccio del suo intervento alla Giornata mondiale del risparmio.

"Vedrete anche quanto esagerate sono le osservazioni circa lo stato di crisi delle banche italiane", ha detto Visco riferendosi alla pubblicazione del documento.

Il governatore ha ricordato che ciascuna banca, nel documento che avrà dati aggiornati periodicamente, è classificata per il rischio in base alla qualità degli attivi. Per quelle in difficoltà sono in corso azioni particolari, ha detto Visco.

A giugno 2016 le cosiddette less significant institutions (Lsi) sotto la vigilanza diretta di Bankitalia erano 462 di cui 355 istituti di credito cooperativo.

Alle Lsi è riconducibile il 18% del totale dell'attivo del sistema. Una Lsi ha in media, secondo dati Bankitalia, un valore del totale attivo poco sopra il miliardo contro 165 miliardi medi di una banca significativa (SI).

Il Cet1 medio delle banche Lsi era a fine giugno pari al 15,5%, 4 punti in più di giugno 2011 e da raffrontare all'11,7% delle banche significative (che avevano in media un Cet1 di 3 punti percentuali inferiore a giugno 2011).

"In sintesi, le Lsi italiane registrano un maggior grado di patrimonializzazione rispetto alle SI; altri parametri vitali - qualità del credito, redditività - risultano nel complesso allineati per i due insiemi", si legge nel documento della Banca d'Italia.

"L'analisi delinea pertanto un quadro di complessiva stabilità per il sistema delle Lsi, analogo a quello delle SI".   Continua...