Bilancio, proroga sgravi assunzioni a Sud con fondi Ue - Renzi

mercoledì 26 ottobre 2016 14:02
 

ROMA, 26 ottobre (Reuters) - La legge di Bilancio per il 2017 manterrà invariati gli sgravi contributivi per le aziende che assumono al Sud con contratti a tutele crescenti, attingendo ai fondi Pon, ovvero i fondi strutturali europei.

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, oggi a Napoli per siglare un patto per la città con il sindaco, Luigi De Magistris.

"Per il Mezzogiorno nella legge di Bilancio si conferma lo sgravio del Jobs act al 100% attraverso l'utilizzo dei fondi Pon", ha detto il premier precisando che "chi assume ha la possibilità di avere lo stesso sgravio contributivo che aveva nel 2015".

Per le assunzioni avvenute nel 2015, la legge di Stabilità prevedeva un esonero contributivo massimo pari a 8.060 euro annui per ciascun lavoratore per 36 mesi.

Chi assume invece nel 2016 può beneficiare di una riduzione dei contributi al 40% per 24 mesi e un importo massimo pari a 3.250 euro annui.

Per il Sud la scorsa legge di Bilancio prevedeva una estensione del beneficio a tutto il 2017 se nel Fondo di rotazione fossero rimaste risorse sufficienti.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia