Cdp punta a mettere immobili rinnovati in tre 'fondi prodotto' a reddito -Mazzocco

martedì 25 ottobre 2016 16:24
 

MILANO, 25 ottobre (Reuters) - La Cdp punta a conferire i circa due miliardi in immobili che possiede in due fondi di sviluppo, con l'obiettivo di rinnovarli e poi farli passare in tre distinti 'fondi prodotto' a reddito: uno dedicato agli alberghi, uno dedicato a edifici moderni per la Pubblica Amministrazione e uno allo smart housing (immobili da dare in affitto a studenti, manager, ecc).

E' quanto spiegato dal responsabile Real Estate della Cdp Aldo Mazzocco durante l'evento dedicato all'immobiliare "Quo vadis Italia?".

Per quanto riguarda i due fondi di sviluppo, uno raccoglie sostanzialmente gli immobili, prevalentemente caserme, ricevuti dal Demanio negli scorsi anni, mentre nell'altro dovrebbero confluire gli immobili ex Fintecna.

"La Cdp adesso si propone di movimentare il mercato", ha spiegato Mazzocco, aggiungendo che opererà soprattutto su 15-20 città.

Mazzocco ha infine anticipato che la Cda sta per mettere in vendita 9 immobili, tra cui la caserma Mameli a Milano e la Guido Reni a Roma. In queste due aree, la Cdp si propone comunque di rimanere socio.

(Elisa Anzolin)

  Continua...