Fiat Chrysler bene Ebit adjusted, ma esclude oneri richiami per 150 mln

martedì 25 ottobre 2016 13:38
 

MILANO, 25 ottobre (Reuters) - Fiat Chrysler chiude il terzo trimestre con un Ebit adjusted a 1,5 miliardi di euro, in rialzo del 29% su anno, e migliora gli obiettivi di utile netto e operativo per l'anno.

Lo dice una nota della società, precisando che l'Ebit adjusted esclude oneri netti per 149 milioni nell'area Nafta (totale 157 milioni) per richiami "per i quali è in corso una procedura con un fornitore di componenti".

L'utile netto adjusted è pari a 740 milioni, l'utile netto a 606 milioni.

Il gruppo conferma gli obiettivi su ricavi e debito netto industriale, rivede al rialzo ebit adjusted a oltre 5,8 miliardi da oltre 5,5 miliardi e l'utile netto adjusted a oltre 2,3 miliardi da oltre 2 miliardi.

Secondo un sondaggio Reuters con 13 analisti sui risultati del trimestre: i ricavi erano attesi a 27,474 miliardi di euro (media di 13 previsioni nel range 26.701-28.364); l'Ebit adjusted a 1,413 miliardi euro (media di 13 previsioni nel range 1,250-1,510); l'Eps a 36 centesimi (9 previsioni nel range 27-47); l'utile netto a 557 milioni (8 previsioni nel range 447-623); debito netto industriale a 6,33 miliardi (7 previsioni nel range 5,97-6,69).

Il titolo Fiat Chrysler sale dello 0,6% in un trend molto volatile.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

  Continua...