Soldi a Roma senza Olimpiadi 2024? Tesi suggestiva - Renzi

mercoledì 12 ottobre 2016 13:52
 

ROMA, 12 ottobre (Reuters) - Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha ironizzato oggi sulla richiesta del Comune di Roma di ottenere lo stanziamento di oltre 4 miliardi previsti per i Giochi Olimpici anche se il Campidoglio ha detto no alla candidatura per il 2024, dicendo che lo chiederà al Cio.

"La richiesta della sindaca(di Roma Virginia Raggi) di avere i denari per le Olimpiadi senza le Olimpiadi mi sembra una tesi suggestiva e intrigante, la girerò a (Thomas) Bach", il presidente del Comitato Olimpico Internazionale, ha detto il premier rispondendo alla domanda di un giornalista nel corso della presentazione del piano per gli interventi sullo sport nelle periferie italiane.

Il mese scorso il consiglio comunale romano ha formalizzato la decisione della giunta M5s di respingere la candidatura della Capitale ai Giochi del 2024, sostenuti da governo e Regione Lazio e dalla precedente amministrazione capitolina.

I consiglieri hanno però chiesto al governo di stanziare lo stesso i circa 4 miliardi di euro di fondi previsti nel caso delle Olimpiadi da Cio e governo.

"Girerò la richiesta a Bach, se ritiene che i soldi per le olimpiadi a Los Angeles o a Parigi (due delle città candidate all'evento) potrebbero andare comunque a Roma, sarebbe un fatto inedito", ha detto Renzi.

"Il governo italiano ha rispettato la scelta del Comune di Roma (di non presentare la candidatura alle Olimpiadi), avremmo potuto farlo a livello teorico ma sarebbe stata una figuraccia a livello internazionale", ha aggiunto il premier, dopo che ieri il Coni ha ritirato ufficialmente la disponibilità a ospitare i Giochi. "(Ma) dire che le Olimpiadi non si fanno perché si dice che in otto anni non si può cambiare l'Italia è un segno di tristezza".

Il M5s ha bocciato i Giochi sia per il costo che la città, già pesantemente indebitata, dovrebbe sostenere sia per timore della corruzione.

Renzi ha anche detto che Roma riceve già i fondi necessari dallo Stato: "Se guardate il bilancio di questo Paese, vi posso garantire che quello che viene fatto per Roma non viene fatto per nessuna altra parte in Italia. Dai debiti del bilancio, che non possono essere addebitati a chi è arrivato ora... fino agli interventi e agli investimenti, posso garantirvi che la vostra città è trattata come le altre se non un po' meglio di tutte le altre, basta guardare i numeri".

(Massimiliano Di Giorgio)   Continua...