Mps, non binding per piattaforma Npl, fra offerte Lone Star, Prelios, Cerved -fonti

venerdì 30 settembre 2016 17:58
 

MILANO, 30 settembre (Reuters) - Sono state presentate oggi le offerte non vincolanti per Juliet, la piattaforma di gestione degli Npl di Banca Monte dei Paschi di Siena.

E' quanto riferiscono a Reuters tre fonti vicine alla situazione.

In corsa, secondo le fonti, ci sono due accoppiate, ovvero quella formata da Christofferson Robb & Co (Crc) e Prelios e quella che vede Lone Star affiancata dal servicer italiano Caf, controllato dalla stessa Lone Star, che ne ha acquisito il 100% l'anno scorso. Inoltre, nella partita ci sono Cerved Credit Management, Kkr e Vaerde Partners, ma non è chiaro se questi soggetti abbiamo creato delle partnership.

Rispetto al quadro che si era delineato all'inizio dell'agosto scorso, dunque, sarebbero usciti dalla corsa Apollo Global Management e Cerberus.

Al compratore verrà assegnato anche un portafoglio di Npl da gestire, che una fonte indica in circa 9 miliardi di euro, mentre una seconda fonte sostiene che ancora non è stato deciso l'ammontare.

C'è disaccordo tra le fonti anche sui tempi dell'operazione, che vede Mediobanca advisor di Mps. Secondo una fonte, infatti, i tempi sarebbero molto stretti e le offerte vincolanti dovrebbero arrivare entro il 10 ottobre prossimo. Una seconda fonte, però, ritiene che i tempi siano più lunghi, dato che ancora non sono state inviate le lettere d'invito a presentare un'offerta vincolante.

I soggetti citati non hanno voluto commentare o non è stato possibile avere un commento.

(Elisa Anzolin, Massimo Gaia)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana, con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon le parole "Pagina Italia" o "Panorama" Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia