Portogallo, bailout successo relativo, resta ancora da fare - Fmi

giovedì 22 settembre 2016 16:59
 

LISBONA, 22 settembre (Reuters) - Il programma di salvataggio da parte dei creditori internazionali Ue e Fondo monetario internazionale messo a punto dal Portogallo va considerato un "successo relativo", che ha permesso a Lisbona di tornare a fare raccolta sui mercati ma lasciato un debito elevato, un settore bancario debole e un tasso di disoccupazione ancora alto.

Nella valutazione Fmi sul programma di complessivi 78 miliardi di euro, erogati tra il 2011 e il 2014, cui l'organizzazione basata a Washington ha contribuito per un terzo, si legge che il percorso di consolidamento fiscale non è stato portato completamente a termine e il livello del debito non si è stabilizzato, come invece i creditori auspicavano.

"Il programma è stato un successo relativo", scrive il Fondo, precisando che gli aiuti internazionali hanno comunque contenuto la crisi del debito ed evitato il collasso delle banche.

"Al Portogallo resta però ancora da fare: il debito pubblico e quello privato rimangono elevati, i bilanci delle banche continuano a mostrare punti di debolezza, il tasso di disoccupazione è a due cifre e il differenziale di competitività si è chiuso soltanto parzialmente".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia