Portogallo, Dbrs vede rientro deficit sotto 3% Pil in 2016

mercoledì 21 settembre 2016 14:47
 

LISBONA, 21 settembre (Reuters) - Il Portogallo riuscirà a riportare quest'anno il disavanzo entro il paletto Ue di 3% del prodotto interno lordo e il percorso di aggiustamento dei conti pubblici procede, a dispetto della crescita economica inferiore alle attese.

Lo dice l'agenzia di rating Dbrs, che tra un mese esatto tornerà a pronunciari sul merito di credito dell'emittente sovrano.

E' grazie alla valutazione ancora sul livello di 'investment grade' da parte di Dbrs che i titoli di Stato portoghesi possono essere acquistati dalla Bce nell'ambito del programma di Qe.

In un'intervista a Reuters, a esprimere fiducia nella politica di bilancio portata avanti dall'esecutivo di Lisbona a guida socialista è Adriana Alvarado, analista di riferimento per il Portogallo e vicepresidente Dbrs.

"Teniamo in considerazione diversi fattori, tra cui l'impegno e la concreta possibilità che il governo prosegua in una gestione prudente della finanza pubblica che permetterà un calo del debito" spiega, contattata telefonicamente.

"Prevediamo che il governo riduca il deficit entro 3% quest'anno" aggiunge.

Dopo il 4,4% con cui si è chiuso il 2015, ampiamante oltre il target Ue, Lisbona ha per il rapporto deficit/Pil dell'anno in corso un obiettivo di 2,5%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia