Ue, per Renzi distanze su immigrazione e crescita

venerdì 16 settembre 2016 19:50
 

ROMA, 16 settembre (Reuters) - In una conferenza stampa finale separata rispetto a quella di Francia e Germania, il premier Matteo Renzi ha detto oggi che il vertice informale straordinario dell'Unione Europea a Bratislava, il primo senza la Gran Bretagna, ha segnato "un passettino" in avanti, ma che restano distanze importanti su immigrazione e crescita.

Il leader ha anche avvertito che "o la Ue fa accordi con i paesi africani o li facciamo da soli", facendo riferimento al "migration compact", cioè la proposta italiana di stringere con i paesi dell'Africa accordi simili a quello con la Turchia nei mesi scorsi per interrompere il flusso migratorio verso le coste europee.

"E' stato un incontro che ha visto alcuni passi avanti ma che ancora è abbastanza lontano dal disegno di Europa che abbiamo in testa", ha detto Renzi in diretta tv. "Mi sembra che l'agenda dei problemi sia condivisa, mentre le soluzioni sono un terreno su cui lavorare".

I leader europei hanno concordato di avviare un processo di riflessione sulla Ue senza Gran Bretagna e sulle sue politiche che dovrebbe concludersi a marzo, con il già previsto vertice di Roma per i 60 anni dei trattati che istituirono la Comunità economica europea.

Renzi è stato duro soprattutto sulla questione dell'immigrazione: "Definire passo in avanti un documento sui migranti richiede qualche forma di fantasia a cui si possono prestare soltanto i funamboli del vocabolario. Si sono ridette le solite cose".

Poi è tornato a ripetere che all'Europa serve soprattutto crescita, ha criticato il fiscal compact e ha chiesto che non venga rinnovato dopo i primi cinque anni di applicazione. Ha chiesto che l'Europa faccia rispettare non solo le regole sul deficit ma anche quelle sul surplus commerciale, infranto dalla Germania e altri paesi, ha attaccato Renzi.

Rispondendo a una domanda sul fatto che non abbia partecipato alla conferenza stampa con la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese François Hollande, che si svolgeva praticamente in contemporanea, Renzi ha detto: "Non posso fare una conferenza stampa insieme se non condivido le conclusioni come le condividono loro".

Merkel, per parte sua, ha detto che il vertice di oggi "è stato un primo passo importante, ma non basta" e, sull'immigrazione, che i leader hanno concordato di verificare la possibilità di fare altri accordi come quello con la Turchia.

  Continua...