Sia, target principali azionisti rimane Ipo - fonti

venerdì 16 settembre 2016 16:23
 

MILANO, 16 settembre (Reuters) - Cassa Depositi e Prestiti, F2i e Orizzonte Sgr, che complessivamente detengono oltre il 60% di Sia, hanno come obiettivo primario la quotazione della società fornitrice di servizi e infrastrutture per pagamenti e operazioni elettroniche.

Lo dicono tre fonti vicine alla situazione.

"La quotazione rimane l'obiettivo primario per Cassa Depositi e Prestiti, F2i e il fondo Orizzonte" dice una delle fonti. "Cdp punta a scendere ulteriomente dal 35% che possiede dopo l'operazione con Poste, rimanendo comunque socia" aggiunge.

Stamane Poste ha acquisito dal gruppo Cdp una quota indiretta pari al 14,85% di Sia, entrando con il 30% nella società di Cdp che controlla il 49,48% della società tecnologica. Cdp è così scesa al 34,63%.

L'operazione si è basata su un equity value di Sia pari a due miliardi di euro.

"Nell'ambito dei movimenti azionari legati al processo di quotazione Poste potrebbe aver il ruolo di anchor investor di Sia" commenta un'altra delle fonti.

La scorsa primavera l'AD di Sia Massimo Arrighetti aveva annunciato l'obiettivo di quotare la società, ma il nuovo vertice di Cdp aveva poi inserito la società tecnologica tra le società strategiche in capo a Cdp Equity.

Attualmente F2i controlla il 17,05% di Sia, Orizzonte sgr l'8,64%. Alle loro spalle alcune banche, in primo luogo Intesa Sanpaolo e Unicredit, entrambe con una quota del 3,97%.

Sia è iscritta al programma Elite di Borsa Italiana, propedeutico nel caso di alcune società alla successiva Ipo.   Continua...