BOND EURO in calo, prosegue incertezza su mosse banche centrali

mercoledì 14 settembre 2016 08:47
 

MILANO, 14 settembre (Reuters) - Apertura in calo per il
mercato obbligazionario tedesco, che risente della pressione
generalizzata su tutto il comparto del reddito fisso a livello
globale, innescata dall'incerta evoluzione delle politica
monetaria delle banche centrali.
    ** Dopo la sostanziale stabilizzazione di ieri, a seguito di
tre sedute consecutive di correzione, la sessione odierna
riparte con il segno meno. 
    ** Intorno alle 8,40 i futures Bund cedono 24 tick a 163,05
. Negativi anche i derivati del Btp, che perdono 30 tick
a 141,63. 
    ** I Bund si muovono in scia ai Treasuries Usa, i cui tassi
sul medio-lungo termine hanno toccato ieri il picco dal 3
giugno, e alle obbligazioni giapponesi.
    ** Proprio dal Giappone si è propagato il movimento di
correzione della carta più a lungo termine a livello globale,
cui i governativi della zona euro non hanno fatto eccezione. Ad
innescarlo le speculazioni sulle prossime mosse dell'istituto
centrale nipponico. 
    ** Nei giorni scorsi sulla stampa giapponese era circolata
l'indiscrezione riguardo la volontà di irripidire la curva dei
tassi, mentre oggi il Nikkei scrive che la Boj incentrerà la
revisione della politica monetaria sui tassi negativi, senza
toccare il quantitative easing, a segnalare il raggiungimento
del limite di questa misura.
    ** Il 21 settembre, oltre al verdetto della BoJ, si
conoscerà anche quello di Federal Reserve. La possibilità di una
fuga in avanti e di un aumento del costo del denaro già questo
mese non è del tutto esclusa.
    ** Ieri sera, intanto, Sabine Lautenschlaeger, membro del
comitato esecutivo Bce, ha dichiarato che a suo avviso 
L'istituto centrale europeo dovrebbe astenersi dall'allentare
ulteriormente la politica monetaria, limitandosi ad attendere
gli effetti delle misure straordinarie già in vigore. 
    ** In questo contesto, Berlino mette a disposizione 1
miliardo di euro del luglio Bund 2044, cedola 2,50%. Collocato a
luglio al tasso di 0,45%, stamane sconta sul secondario un
rendimento di 0,63%.
    ** Attiva sul primario anche Lisbona, che offre fino a 1
miliardo in titoli a tasso fisso con scadenza ottobre 2023 e
aprile 2037. Atene, infine, rinnova i titoli a tredici settimane
in scadenza.
 ========================= ORE 8,40 ===========================
 FUTURES EURIBOR SETT.        100,305 (+0,005) 
 FUTURES BUND DICEMBRE       163,05  (-0,23)          
 FUTURES BTP DICEMBRE        141,62  (-0,31)      
 BUND 2 ANNI             101,254 (-0,007)  -0,623% 
 BUND 10 ANNI            99,387 (-0,169)   0,062% 
 BUND 30 ANNI           149,832 (-1,004)   0,645% 
 
 ==============================================================
    
    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia