MONETARIO-Sale liquidità su Tltro2, verso tensioni limitate fine trimestre

venerdì 23 settembre 2016 11:46
 

MILANO, 23 settembre (Reuters) - La recente asta Tltro 2 va ad allargare ulteriormente un eccesso di liquidità già enorme sul mercato monetario, riducendo le probabilità di scostamenti ampi dei tassi in occasione dell'imminente scadenza tecnica del fine trimestre.

** Con la seconda operazione Tltro2 condotta in settimana Francoforte ha assegnato fondi a quattro anni per 45,27 miliardi di euro, a fronte di rimborsi anticipati per 9,4 miliardi di liquidità presa dalle banche col vecchio schema Tltro 1. Le attese di mercato si attestavano a 22,8 miliardi.

** Le principali banche italiane hanno mostrato una partecipazione complessivamente contenuta, con l'eccezione di Intesa Sanpaolo.

** "Con circa 36 miliardi di liquidità netta aggiuntiva, il risultato è stato decisamente superiore alle attese" commenta un tesoriere da Milano. "A questo punto le proiezioni per le prossime settimane sono per un eccesso di liquidità nell'ordine dei 1.100 miliardi".

** I fondo assegnati con l'ultimo finanziamento Tltro 2 avranno regolamento in data 28 settembre, in tempo per coprire lo scavalco del mese e del trimestre.

** "Con questo livello di liquidità tale credo che sullo scavalco i tassi a brevissimo non dovrebbero salire più di 4-5 centesimi; comunque dimenticherei quegli strappi che abbiamo visto anche di recente, con tassi che risalivano in positivo" prosegue il tesoriere. "Va da sé che passato lo scavalco si tornerà assolutamente allineati alla deposit facility".

** Attorno alle ore 11,40, su General Collateral Italia il tasso overnight e il tom/next scambiano a 0,390%, lo spot/next a -0,395%.

** Un impatto limitato sui tassi si è peraltro registrato nei giorni scorsi in concomitanza con la finestra mensile di riversamenti fiscali, "nell'ordine di appena un punto base".

** Nel pronti contro termine settimanale di martedì scorso, la Bce ha collocato fondi per 43,178 miliardi sui 41,581 in scadenza; la stima del benchmark è passata a -400,5 miliardi dai -339 della settimana scorsa.   Continua...