Atlante 2, dimensioni inadeguate non invogliano a investire-Cassa Commercialisti

martedì 6 settembre 2016 17:09
 

MILANO, 6 settembre (Reuters) - Veicoli come Atlante e Atlante 2, nati con dimensioni non coerenti con gli obiettivi "di sistema" che si prefiggono, non invogliano all'investimento ma fanno pensare ad un intervento "spot, per tappare due forellini".

Lo ha detto Renzo Guffanti, presidente della Cassa Dottori Commercialisti a margine di un convegno a Milano.

"La dimensione inadeguata per gli obiettivi che si proponeva non ha invogliato a investire", ha detto Guffanti a margine di un convegno a Milano. "Poi il sistema deve avere prezzi di acquisto, organizzazione, questo è un presupposto sia per un fondo da 3 miliardi che per uno da 15", ha aggiunto.

Atlante ha raccolto impegni per oltre 4 miliardi, investiti per 2,5 miliardi nelle ricapitalizzazioni di Popolare di Vicenza e di Veneto Banca.

A inizio agosto Quaestio Capital, sgr che gestisce Atlante, ha fatto sapere di aver superato la dimensione minima degli impegni formali prevista dal regolamento per avviare l'operatività di Atlante 2, raccogliendo adesioni per un importo pari 1,715 miliardi di euro.

A differenza della prima versione, Atlante 2 è dedicato esclusivamente all'investimento in Npl e strumenti collegati. Si è impegnato a luglio a sottoscrivere la tranche mezzanina di Npl Mps fino a 1,6 miliardi. Il primo closing è previsto per la fine di settembre 2016 con impegni previsti per quella data tra 2,5 e 3 miliardi.

Per quanto riguarda in particolare Atlante 2 alcune Casse hanno detto di non essere in possesso di tutte informazioni necessarie.

Alla domanda se la Cassa previdenziale degli agenti di commercio avesse valutato di sottoscrivere la seconda versione del fondo, il presidente di Enasarco Gianroberto Costa ha risposto: "Lo abbiamo valutato ma non c'erano gli elementi conoscitivi per prendere una decisione".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia