MONETARIO-Mercato disteso, tassi stabili su soglia inferiore -0,40%

venerdì 9 settembre 2016 12:03
 

MILANO, 9 agosto (Reuters) - Tassi a brevissimo allineati al limite inferiore della 'deposit facility' Bce, con pochi margini di spostamento almeno fine allo scavalco del trimestre, alla fine di questo mese.

** Attorno alle ore 11,40, su General Collateral Italia il tasso overnight scambia a -0,385%, il tom/next a 0,390%, lo spot/next a -0,395%.

** "Già con l'inizio di settembre i tassi si sono riattestati sul -0,40%. Con una liquidità che raggiunge sempre nuovi record non vedo spazio per grandi variazioni", sottolinea il tesoriere di una banca italiana.

** L'eccesso di liquidità nel sistema viene calcolato, su questa settimana, nell'ordine dei 1.030-1.040 miliardi.

** Il tesoriere sottolinea che lo scavalco del trimestre potrebbe portare ad un temporaneo rialzo dei tassi a brevissimo "circoscritto alle sedute interessate dalla scadenza; un picco in territorio positivo lo vedo difficile, ma è ancora un po' presto per provare a prevedere l'ampiezza del movimento".

** Qualche limitato impulso sui tassi si potrebbe inoltre avere in occasione dei riversamenti fiscali del mese, previsti nella settimana tra il 19 e il 23, con fuoriuscite dai conti correnti stimate in una trentina di miliardi.

** In settimana la Bce ha collocato fondi a sette giorni per l'importo di 41,777 miliardi, in lieve diminuzione rispetto ai 43,781 in rientro. La stima del benchmark è negativa per 1.012 miliardi, in calo rispetto ai -901,5 della settimana scorsa .

** Il meeting Bce di ieri non ha portato novità di politica monetaria, rimandando eventuali decisioni sul prolungamento del Qe oltre l'attuale termine di marzo 2017. In conferenza stampa il presidente Draghi ha comunque ribadito che Francoforte è pronta ad agire in caso di necessità, aggiungendo che sono stati istituiti gruppi di lavoro per valutare possibili modifiche al programma di acquisto asset.

** "La Bce ha confermato le attese prevalenti; ora si guarda ad un intervento verso la fine dell'anno, che non credo sarà comunque sui tassi; si tratterà più probabilmente di un'estensione del Qe" conclude il tesoriere. "Penso che non vedremo mai un repo negativo, ma non si può mai dire".   Continua...