GB, Bank of England taglia tassi e riavvia programma Qe per 60 mld

giovedì 4 agosto 2016 13:34
 

MILANO, 4 agosto (Reuters) - La Banca d'Inghilterra ha tagliato i tassi per la prima volta dal 2009 e riaperto, per la cifra di 60 miliardi di sterline, il proprio programma di quantitative easing, in quella che è la risposta dell'istituto centrale alle conseguenze del voto di giugno per l'uscita del Regno Unito dall'Ue.

In linea con le previsioni di mercato il costo del denaro è stato abbassato di un quarto di punto al nuovo minimo storico dello 0,25%.

Ma la Bank of England ha anche lanciato due nuovi schemi di acquisto asset -- uno da 10 miliardi sui corporate bond, l'altro per sostenere l'attività di credito delle banche (Term funding scheme) -- che portano il Qe da 375 a 435 miliardi, ma che potrebbero farne lievitare l'importo fino di 170 miliardi complessivi.

Gran parte dei membri del Comitato di politica monetaria ritiene poi possibile un nuovo taglio del costo del denaro nel corso dell'anno "vicino ma poco sopra lo zero" se la performance dell'economia sarà debole come previsto.

Nel rapporto trimestrale sull'inflazione, pubblicato contestualmente all'annuncio di politica monetaria, la Bank of England scrive che "a seguito del voto del Regno Unito per l'uscita dall'Ue il tasso di cambio è sceso e le prospettive di crescita per il breve e medio termine si sono indebolite marcatamente".

La banca centrale prevede ora un'economia in stagnazione per il resto del 2016, anche se non in recessione, e in crescita debole nel 2017. Per quest'anno la stima sul Pil è confermata a +2% grazie all'andamento migliore delle attese nel primo semestre, mentre per il prossimo la previsione è stata tagliata a 0,8% da 2,3%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia