Italia, Pmi manifattura cala oltre attese in luglio

lunedì 1 agosto 2016 09:45
 

ROMA/MILANO, 1 agosto (Reuters) - L'attività manifatturiera italiana è cresciuta in luglio al ritmo più lento dell'ultimo anno e mezzo, allungando un'ombra sulle prospettive della terza economia europea.

L'indice Pmi elaborato da Markit/ADACI è sceso in luglio a 51,2 da 53,5 di giugno, avvicinandosi alla soglia dei 50 che marca la separazione fra espansione e contrazione e attestandosi al di sotto delle attese.

La lettura di luglio è la più bassa dal gennaio 2015. Un gruppo di economisti interpellati da Reuters aveva previsto un calo limitato a 52.

Il risultato mostra come ordini, produzione e occupazione del manifatturiero italiano abbiano perso slancio nel mese successivo al voto britannico per l'abbandono dell'Unione europea in occasione del referendum del 23 giugno.

Il sottoindice relativo ai nuovi ordini è scivolato a 51,2 da 54,8 di giugno.

Le cifre indicano che la modesta crescita economica vista l'anno scorso potrebbe rallentare nel breve termine, come previsto il mese scorso da Istat.

L'economia nazionale è cresciuta nel 2015 al ritmo di 0,8%, primo anno di crescita dopo tre di recessione, rimanendo però a circa metà della media della zona euro.

Il governo ha su quest'anno una stima ufficiale di 1,2%, proiezione che sarà però probabilmente rivista al ribasso. La maggior parte degli analisti si aspetta per il 2016 una crescita di poco inferiore a 1% seguita da un ulteriore rallentamento nel 2017.

  Continua...