BOND EURO-Avvio in rialzo per contratti su Bund e Btp

lunedì 25 luglio 2016 08:56
 

MILANO, 25 luglio (Reuters) - Partono col segno più i
derivati su Bund e Btp, in una seduta caratterizzata dall'attesa
delle cifre relative all'indagine Ifo e dell'annuncio delle aste
italiane a medio-lungo in calendario giovedì prossimo.
    ** Questa sera a mercati chiusi da Via XX Settembre è
infatti previsto l'annuncio di tipologie e quantitativi dei
titoli a medio-lungo in asta giovedì 28 luglio, ultimo
appuntamento prima della pausa estiva in considerazione della
consueta cancellazione dell'appuntamento di metà agosto con il
medio-lungo e di fine mese con il Btpei. Venerdì il Tesoro ha
comunicato i quantitativi dei Bot semestrali offerti dopodomani
6,25 miliardi sui 6,5 miliardi che rientrano. 
    ** Appuntamento clou della mattinata l'indice Ifo sul morale
delle imprese a luglio. A giudicare dalle attese e dall'analoga
indagine Zew della scorsa settimana, l'idea è quella di un
deciso ma non drastico peggioramento della lettura di luglio,
che dovrebbe passare da 108,7 del mese scorso a 107,5
incorporando in pieno l'effetto shock del 'no' britannico alla
Ue.
    ** L'incontro tra ministri finanziari e banchieri centrali
delle prime venti economie mondiali del fine settimana si è
chiuso ieri a Chendu con l'impegno da parte delle principali
economie mondiali a supportare la crescita globale, attualmente
presente ma più debole di quanto auspicabile. L'incontro è stato
dominato dal tema Brexit e nella dichiarazione finale i
partecipanti hanno ribadito il loro impegno "a usare tutti i
mezzi - monetari, fiscali e strutturali - individualmente e
collettivamente" per raggiungere gli obiettivi di crescita. 
    ** Il ministro italiano all'Econima Pier Carlo Padoan ha
garantito lo stato di salute delle banche italiane, negando la
necessità di misure di bail in. Mentre il governatore della
Banca d'Italia Ignazio Visco, presente anche lui a Chendu, ha
sottolineato che il problema bancario italiano riguarda alcuni
istituti di credito, e non l'intero sistema. Il governatore,
secondo quanto riportato dai quotidiani, ha detto che dei 15
miliardi di sofferenze nette il rischio è relativo a 7-8
miliardi ed è limitato ad alcuni istituti. Il ministro delle
finanze tedesco Wolfgang Sschaeuble ha comunque sottolineato che
i problemi delle banche italiane non hanno rivestito un ruolo
centrale nelle discussioni del G20.       

 ========================= ORE 8,30 ===========================
 FUTURES EURIBOR SETT.        100,315 (+0,005)
 FUTURES BUND SETTEMBRE      166,56  (+0,19)          
 FUTURES BTP SETTEMBRE       143,99  (+0,10)      
 BUND 2 ANNI             101,165 (-0,003)  -0,613% 
 BUND 10 ANNI           105,641 (+0,106)  -0,089% 
 BUND 30 ANNI           156,458 (+0,837)   0,478% 
 
 ==============================================================
    - Sul sito
www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia