Bce lascia tassi invariati, programma 'qe' proseguirà fino a marzo 2017

giovedì 21 luglio 2016 13:53
 

FRANCOFORTE, 21 luglio (Reuters) - In linea con le attese di mercato e analisti, la Banca centrale europea ha lasciato invariati i tassi di interesse al termine del consiglio di politica monetaria.

Confermato così il costo del denaro a zero, minimo di tutti i tempi in vigore ormai da marzo, mentre il tasso sui depositi marginali resta a -0,4% -- livello raggiunto anche in questo caso in marzo con una limatura di un decimo -- e quello sui prestiti marginali a 0,25%.

Francoforte resta del parere che i tassi di riferimento rimarranno "per un periodo prolungato" sui livelli attuali o inferiori. Il programma degli acquisti mensili di 'quantitative easing' proseguirà fino a marzo dell'anno prossimo e finché l'inflazione non tornerà ad avvicinarsi all'obiettivo Bce.

In occasione del tradizionale incontro con la stampa, gli osservatori avranno modo di misurare il grado espansivo della 'retorica' di Mario Draghi in risposta alle modificate prospettive per la zona euro dopo il 'no' di Londra all'Unione europea.

Pubblicato l'altroieri, l'ultimo sondaggio trimestrale Reuters sulla zona euro prospettava per oggi un nulla di fatto sia sui tassi sia sull'importo del programma degli acquisti di 'quantitative easing'.

In risposta al mutato orizzonte dipinto dalla Brexit, dall'eventualità che l'eccessiva discesa dei tassi sui governativi impedisca di raggiungere l'obiettivo quantitativo del 'qe' e da altri problemi -- secondo alcuni anche quello delle banche italiane -- più probabile un qualche intervento in occasione del consiglio di settembre, con l'aggiornamento delle stime trimestrali dello staff.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia