Poste, introito da cessione residuo 29,7% "attorno a 2 mld" - Padoan

martedì 19 luglio 2016 13:29
 

ROMA, 19 luglio (Reuters) - Lo Stato potrebbe incassare 2 miliardi circa dalla cessione del 29,7% residuo di Poste italiane, dopo aver completato l'annunciato conferimento del 35% a Cassa depositi e prestiti (Cdp), secondo il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan.

"L'introito potrebbe aggirarsi attorno a 2 miliardi", ha detto l'ex capoeconomista dell'Ocse in audizione presso la commissione Trasporti della Camera.

Lo scorso anno il Tesoro ha collocato sul mercato una prima tranche del 35% di Poste incassando 3 miliardi. Il titolo ha debuttato il Borsa il 27 ottobre 2015.

Il conferimento del 35%, annunciato il 25 maggio, avverrà a fronte di un aumento di capitale di Cdp riservato al Tesoro.

"La partecipazione che sarà conferita a Cdp non potrà essere ceduta né essere oggetto di alcuna disposizione senza il preventivo assenso del ministero", ha ricordato Padoan.

La cessione del 29,7% residuo in mano al Tesoro avverrà con modalità analoghe al collocamento della prima tranche, ha aggiunto Padoan.

Il governo conta di raccogliere mezzo punto di Pil nel 2016 tramite le privatizzazioni.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia