Titoli Stato Italia, in 2016 tornati acquisti non residenti -Bankitalia

venerdì 15 luglio 2016 15:02
 

MILANO, 15 luglio (Reuters) - Nei primi quattro mesi dell'anno gli investitori non residenti sono tornati a effettuare acquisti netti di titoli di Stato italiani, secondo quanto rileva Bankitalia nel suo Bollettino economico.

"Dopo le vendite nette registrate nella seconda metà del 2015, nei primi quattro mesi di quest'anno sono ripresi gli acquisti dall'estero di titoli di Stato italiani", per la cifra di 8,8 miliardi di euro, si legge.

Restano comunque in diminuzione, di 15,9 miliardi, gli investimenti complessivi dei non residenti in titoli di portafoglio italiani: un calo, come spiega Bankitalia, "in larga parte" dovuto al rimborso di bond bancari (15,3 miliardi) non compensato da nuove emissioni, nell'ambito della complessiva riduzione dei collocamenti obbligazionari all'ingrosso da parte degli istituti italiani in corso da inizio del 2016.

BOND BANCARI

Via Nazionale osserva che tra febbraio e maggio la raccolta complessiva delle banche è rimasta "sostanzialmente stabile": quella al dettaglio ha beneficiato dell'espansione dei depositi dei residenti, che ha più che compensato la riduzione delle obbligazioni detenute dalle famiglie, mentre i bond collocati presso banche e investitori istituzionali "hanno continuato a ridursi, in linea con quanto osservato nei primi mesi dell'anno".

A proposito di bond bancari, si sottolinea che nel primo trimestre del 2016 sono proseguiti i rimborsi, sia in Italia sia nell'area euro, rispettivamente per 34 e 40 miliardi. Nei mesi primaverili, prosegue Bankitalia che cita dati preliminari di Dealogic relativi alle sole emissioni lorde, "le banche italiane avrebbero effettuato collocamenti per importi modesti" (8 miliardi, contro 9 nel trimestre precedente).

TARGET2   Continua...