Mediolanum, prima dettagli Atlante 2 poi decisione su partecipazione - M. Doris

martedì 12 luglio 2016 13:38
 

MILANO, 12 luglio (Reuters) - Banca Mediolanum valuterà una eventuale partecipazione al fondo Atlante 2 solo quando ne saranno chiari gli obiettivi.

E, se venisse decisa la partecipazione, difficilmente il versamento raggiungerebbe i 50 milioni con cui Banca Mediolaum ha contribuito ad Atlante 1.

A dirlo è l'AD Massimo Doris.

"Se Atlante 2 prenderà forma, noi valuteremo la cosa e porteremo la questione in cda. Prima di decidere vogliamo vedere i criteri a cui sarà ispirato", dice Doris, interpellato telefonicamente da Reuters, ricordando che sinora l'attività di Atlante 1 si è concentrata sugli aumenti di capitale e non anche sul previsto acquisto di sofferenze bancarie.

Banca Mediolanum ha in programm un cda a fine luglio.

Per quanto riguarda l'eventuale importo, "difficilmente raggiungerà i 50 milioni di Atlante 1", aggiunge Doris, smentendo indiscrezioni stampa su una partecipazione più rilevante. "Dipenderà molto dal tipo di indirizzo di Atlante 2, dal tipo di npl di cui si occuperà".

Sinora gli unici partecipanti sicuri a un nuovo fondo Atlante, che dovrebbe essere dedicato al solo acquisto di Npl, sono la Cassa Depositi e Prestiti e la società pubblica Sga.

(Luca Trogni)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia