PUNTO 1-Banche, Italia prepara intervento pubblico, rischi instabilità

venerdì 8 luglio 2016 16:45
 

* Visco: in Italia rischi di instabilità finanziaria

* Abi: Bail in è contro la Costituzione italiana

* Padoan: sfruttare margini flessibilità direttiva Brrd (Accorpa pezzi e aggiunge contesto)

ROMA, 8 luglio (Reuters) - Il governo sta negoziando con la Commissione europea tutte le forme di intervento pubblico ammesse dalla normativa comunitaria a sostegno del sistema bancario italiano, finito ancor più sotto pressione sui mercati finanziari dopo il referendum sulla Brexit del 23 giugno scorso.

"Il ruolo della mano pubblica deve essere di natura precauzionale", ha detto il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, davanti ai banchieri riuniti per l'assemblea dell'Abi.

Prima di lui Ignazio Visco, governatore di Bankitalia e consigliere direttivo della Bce, ha avvertito che l'Italia versa in una situazione "densa di rischi per la stabilità finanziaria" e occorre pertanto un "backstop pubblico da attivare in caso di necessità".

Le banche italiane hanno accumulato in bilancio circa 360 miliardi di crediti deteriorati lordi e a Piazza Affari l'indice di settore ha perso oltre il 50% del valore da inizio gennaio.

Padoan ritiene ancora possibili "soluzioni di mercato" ma precisa che il "governo si sta adoperando per mettere a disposizione strumenti adeguati".

Sul mercato la principale indiziata per un'operazione di salvataggio pubblico è Mps, a cui la Bce ha chiesto di ridurre i crediti deteriorati netti di quasi 10 miliardi entro il 2018.   Continua...