Pd, minoranza minaccia stop fiducie governo senza misure sociali

giovedì 23 giugno 2016 18:28
 

ROMA, 23 giugno (Reuters) - La minoranza Pd, riunita in vista della direzione nazionale del partito di domani, ha minacciato di non votare più la fiducia a "provvedimenti che aggravano le fratture sociali" da parte del governo del premier e segretario democratico Matteo Renzi.

"Chiediamo un cambio profondo, oggi diciamo basta: non siamo più disponibili. Sulle questioni sociali bisogna invertire la rotta e non c'è più voto di fiducia che tenga. Non siamo più disponibili a sostenere provvedimenti che aggravano le fratture sociali", ha detto Roberto Speranza, coordinatore di Sinistra riformista, nel corso della riunione trasmessa in streaming.

L'ex capogruppo del Pd alla Camera ha anche espresso autocritica per aver votato, pur senza essere convinto, il provvedimento "per togliere la tassa sulla casa in maniera indistinta, anche ai miliardari".

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia