Pensioni, banche e assicurazioni Ape scelte attraverso gare - Poletti

venerdì 17 giugno 2016 13:40
 

FIRENZE, 17 giugno (Reuters) - Il governo ha intenzione di selezionare banche e assicurazioni coinvolte nel piano di anticipo pensionistico attraverso gare.

Lo ha detto il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, a margine di un incontro oggi a Firenze.

"Naturalmente gli istituti bancari e assicurativi dovranno essere una parte dell'operazione: io credo che si dovrà fare attraverso strumenti di evidenza pubblica (...), sceglieremo le soluzioni più vantaggiose per i cittadini. Dovremo usare procedure di evidenza pubblica perché dovremo garantire che lo strumento che si mette in campo è quello che costa di meno", ha detto il ministro.

L'Ape (anticipo pensionistico) allo studio del governo per rendere più flessibile l'uscita dal lavoro che oggi è a 66,7 anni, prevede la possibilità di andare in pensione fino a tre anni prima ricevendo un prestito che poi sarà restituito in 20 anni. Le assicurazioni dovranno garantire i rimborsi alle banche in caso di decesso.

La platea dei lavoratori potenzialmente interessati emergerà dal confronto con i sindacati, con i quali il governo sta discutendo per capire quali siano le categorie su cui investire le risorse pubbliche.

Il ministro ha sottolineato come sul tavolo del confronto ci sia anche "un tema che riguarda le ricongiunzioni onerose: io considero questo fatto un'ingiustizia incredibile".

La prossima riunione è prevista per il 23 giugno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia