Banca Inghilterra conferma tassi, pone accento su rischi Brexit

giovedì 16 giugno 2016 13:20
 

LONDRA, 16 giugno (Reuters) - In linea alle attese dei mercati, Banca d'Inghilterra ha confermato l'attuale costo del denaro a 0,5%, con una decisione del consiglio responsabile per i provvedimenti di politica monetaria presa all'unanimità.

A pochi giorni dal referendum sulla Brexit, l'istituto centrale britannico ha sottolineato come una vittoria del fronte 'out' potrebbe avere ripercussioni sull'economia globale, aggiungendo che sembra sempre più probabile un ulteriore deprezzamento della sterlina dopo il referendum.

Gli esponenti del 'Monetary Policy Committee' sono stati informati anche dei piani della BoE in vista del referendum, che comprendono anche un più stretto controllo delle banche per assicurare l'accesso alla liquidità necessaria.

Nelle minute del meeting di ieri, si pone l'accento sul fatto che il referendum rappresenta attualmente il maggior rischio per i mercati finanziari britannici ma anche per i mercati globali.

"Attraverso i canali dei mercati finanziari e della fiducia esistono rischi di contagio anche all'economia globale", si legge nelle minute.

La presidente della Fed, Janet Yellen, ha riconosciuto ieri che l'eventualità di un abbandono da parte della Gran Bretagna dell'Unione europea è stato uno dei fattori che ha spinto l'istituto a non ritoccare i tassi al rialzo a giugno e la Banca del Giappone ha ammesso che il rischio di una Brexit rappresenta la principale fonte di preoccupazione nel breve termine.

Nessuna variazione anche per l'ammontare del 'quantitative easing' a sostegno dell'economia, pari a 375 miliardi di sterline, importo peraltro ormai da tempo già raggiunto.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia