Tassi bassi penalizzano famiglie italiane che hanno più risparmi che debiti -Bce

martedì 14 giugno 2016 16:47
 

MILANO, 14 giugno (Reuters) - I bassi tassi di interesse, frutto della politica espansiva della Bce, hanno di fatto comportato una riduzione dei costi sui prestiti per aziende e famiglie ma anche una contrazione della redditività sui risparmi, con beneficia per alcuni Paesi e penalizzazioni per altri come l'Italia.

E' quanto sostiene la Bce in una anticipazione del bollettino economico che verrà pubblicato il 16 giugno, precisando che il margine di interesse delle famiglie è rimasto pressoché stabile in Germania e Francia ma non in Italia e Spagna.

Se in Germania e Francia il calo degli interessi percepiti dalle famiglie sui risparmi è paragonabile alla flessione degli interessi sui finanziamenti, con un effetto minimo sul margine di interesse delle famiglie, in Italia invece il calo degli interessi da risparmi è più che doppio rispetto a quello degli interessi per i finanziamenti, con un impatto negativo sui proventi complessivi delle famiglie.

Questo perché le famiglie italiane hanno alti risparmi e bassi debiti rispetto alla media europea.

Di segno opposto rispetto all'Italia il caso della Spagna. Qui infatti il calo degli interessi sui finanziamenti è decisamente più ampio rispetto alla contrazione degli interessi sui risparmi, con un impatto positivo sul margine di interesse complessivo delle famiglie.

Il più ampio calo degli interessi sui finanziamenti in Spagna si spiega sia con il fatto che le famiglie sono altamente indebitate sia col fatto che i tassi di interesse pagati su una vasta fetta di mutui sono indicizzati ai tassi del mercato monetario.

In generale, riferendosi alla media delle famiglie della zona euro, la Bce sostiene che i tassi di interesse più bassi continuino a sostenere i consumi privati ma anche la ricchezza e gli utili delle famiglie attraverso altri canali. In particolare, costi inferiori per i prestiti non hanno stimolato solo investimenti e consumi, ma anche i redditi delle famiglie attraverso una maggior occupazione.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia