Brexit, Bce pronta sostenere mercati insieme a Banca Inghilterra - fonti

martedì 14 giugno 2016 16:17
 

FRANCOFORTE, 14 giugno (Reuters) - Insieme a Banca di Inghilterra, la Banca centrale europea si impegnerebbe pubblicamente a intervenire a sostegno dei mercati finanziari in caso di vittoria dell'opzione 'leave' nel referendum per la permananza della Gran Bretagna nell'Unione europea.

Lo riferiscono diverse fonti vicine al dossier.

Dai colloqui in corso tra le due banche centrali emerge chiaramente il clima di crescente all'erta con l'approssimarsi della data del 23 giugno, quando l'elettorato britannico sarà chiamato alle urne per decidere il destino dei rapporti tra Londra e la Ue.

Sul mercato valutario, intanto, sia l'euro sia soprattutto la sterlina si sono indebolite rispetto alle principali valute rifugio a eccezione del dollaro, a propria volta depresso dal venir meno delle prospettive di un rialzo dei tassi Usa.

In caso di vittoria dell'opzione 'leave', l'istituto centrale di Francoforte intende rivolgersi ai mercati all'indomani del referendum, dunque nella mattinata di venerdì 24 giugno. L'intento sarebbe chiaramente quello di tranquillizzare gli investitori ed evitare il crearsi di una crisi di panico.

"Ci sarà un comunicato in cui la Bce si impegnerà a prendere qualsiasi provvedimento necessario a mantenere un adeguato livello di liquidità sui mercati" dice l'alto funzionario di una banca centrale a condizione di mantenere l'anonimato.

L'impegno della banca centrale comprende l'apertura delle linee di swap con Banca di Inghilterra, in modo da garantire gli scambi in euro e in sterlina e mettere a disposizione degli istituti di credito -- in entrambe le valute -- tanti fondi quanti verranno richiesti.

Un no comment alle indiscrezioni è giunto sia dalla Bce sia da Banca d'Inghilterra.

  Continua...