Roma, Raggi: rinegoziare debito, poco interesse per Olimpiadi

lunedì 13 giugno 2016 10:04
 

ROMA, 13 giugno (Reuters) - La candidata del M5s Virginia Raggi, arrivata in testa al ballottaggio per la corsa a sindaco della Capitale, ha detto che occorre rinegoziare gli interessi che Roma paga sul debito, non escludendo l'ipotesi di smettere di pagare.

"Dobbiamo fare una verifica su debiti e crediti ma anche provare a rinegoziare i tassi di mutuo perché oggi la Banca d'Italia e la Banca Centrale Europea prestano il denaro a tasso zero, invece noi siamo ancora con dei tassi molto elevati che pesano milioni e miliardi di euro", ha detto intervenendo ad Agorà (Rai3).

Raggi anche ieri, nell'unico faccia a faccia televisivo con lo sfidante PD Roberto Giachetti, aveva detto di voler subito mettere mano al dossier sul debito se eletta.

Intervistata da Lucia Annunziata su Rai 3, Raggi ha detto ieri di voler subito fare "un audit sul debito" e, incalzata dalla giornalista se tra le opzioni ci sia anche quella di non pagare oltre alla ristrutturazione, ha risposto: "Entrambe, entrambe".

Anche Giachetti ha detto di voler rinegoziare le condizioni del servizio del debito.

Raggi e Giachetti sono poi divisi sul tema delle Olimpiadi a Roma.

Secondo la cadidata pentastellata, "vengono vissute come un modello di sviluppo che non è sempre buono come ci vorrebbero raccontare. I dati storici ci mostrano che le Olimpiadi in tutte le città in cui sono state celebrate hanno determinato uno sforamento enorme del budget iniziale", ha detto ad Agorà, ribadendo anche lo scarso interesse che avrebbe registrato dai romani su questo tema.

Giachetti ha invece detto, ancora ieri alla Annunziata, di vedere la possibilità di Olimipiadi a Roma nel 2024 come una occasione di sviluppo non in contrasto con interventi più a breve sulle emergenze della città.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia