A2A, Brescia disponibile a cedere 5% se lo farà anche Milano, valuterà con nuovo sindaco

martedì 7 giugno 2016 16:14
 

BRESCIA, 7 giugno (Reuters) - Il Comune di Brescia è disponibile a cedere fino al 5% del capitale di A2A se lo farà anche il Comune di Milano e valuterà con il nuovo inquilino di Palazzo Marino le modalità della vendita insieme al rinnovo dei patti parasociali, prorogati fino al 30 settembre prossimo.

E' quanto ha detto il direttore generale del Comune di Brescia, Giandomenico Brambilla, a margine dell'assemblea sul bilancio 2015 A2A.

"Il sindaco di Brescia si è espresso per vendere una quota fino al 5% del capitale. Immagino che farà lo stesso Milano. Comunque ne discuteremo con il nuovo sindaco. Entro il 30 settembre c'è tempo per rinnovare i patti", ha spiegato.

Il direttore generale del Comune ha escluso ci siano colloqui con Cdp per la cessione della quota "ritengo che avverrà sul mercato".

Milano e Brescia hanno il 50% più due azioni del capitale di A2A.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

  Continua...