Italia primo beneficiario piano Juncker, ad oggi 4,9 mld investimenti

mercoledì 1 giugno 2016 12:57
 

ROMA, 1 giugno (Reuters) - L'Italia è il primo paese dell'Unione beneficiario del Fondo europeo per gli investimenti strategici (Feis), nell'ambito del 'piano Juncker' da oltre 300 miliardi di euro.

Facendo il punto sullo stato di attuazione del progetto, la Commissione europea scrive che la Banca europea degli investimenti (Bei), tramite il Feis, ha approvato finanziamenti per 8 progetti del valore di 1,4 miliardi.

Tramite l'effetto leva e l'apporto dei fondi privati la mole di investimenti dovrebbe salire a "4,9 miliardi e creare più di 3.200 posti di lavoro", spiega Bruxelles.

Inoltre il Feis, in accordo con le banche, ha messo sul piatto 353 milioni a favore di 44.840 piccole e medie imprese e start-up. Gli investimenti attivabili sono 7,8 miliardi.

Il Feis ha una dotazione di 21 miliardi, 5 forniti dalla Bei e 16 sotto forma di garanzie dell'Unione europea, attraverso accantonamenti sul bilancio comunitario.

Poiché il piano punta a mobilitare 315 miliardi di investimenti complessivi fino al 2019, l'effetto moltiplicatore è pari a 15.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia