Gacs, effetto sarà limitato ma Mps ne approfitti per aggregazione-Moody's

venerdì 4 marzo 2016 13:16
 

MILANO, 4 marzo (Reuters) - L'effetto immediato del nuovo schema di cartolarizzazione delle sofferenze bancarie sarà piuttosto limitato, ma potrebbe servire a istituti come Mps per rendersi più appetibili agli occhi di potenziali compratori.

Lo ha affermato l'analista sul settore bancario italiano di Moody's Carlo Gori, a margine di un conferenza organizzata dall'agenzia di rating a Milano.

"Leggo sui giornali il nome di Ubi come la più accreditata per una fusione con Mps, ma ci sono anche le banche francesi che sono presenti in Italia e che potrebbero avere qualche interesse, soprattutto per una Mps che, approfittando dei 'Gacs', si potrebbe presentare come più pulita" afferma Gori.

In Italia sono presenti sia Bnp Paribas attraverso Bnl, sia Credit Agricole, attraverso Cariparma, Carispezia e Friuladria.

Gori ad ogni modo prevede quest'anno una riduzione "piuttosto modesta" delle sofferenze bancarie in Italia nel 2016 grazie allo schema dei 'Gacs'.

"All'inizio verranno vendute soprattutto le sofferenze di taglio più piccolo e quelle meglio coperte, per questo l'effetto sarà limitato; soprattutto le banche non vogliono prendere in bilancio grandi svalutazioni".

Moody's stima che nei prossimi 2-3 anni i Gacs dovrebbero favorire la riduzione di circa un quinto della massa lorda delle sofferenze bancarie (circa 200 miliardi).

"È chiaramente una misura che aiuta, ma non risolutiva come quelle adottate ai tempi in Irlanda o Spagna" afferma l'analista, sottolineando che neanche la crescita economica prevista per quest'anno e per i prossimi assicurerà una riduzione "rapida" delle sofferenze.

Ad ogni modo, prosegue, il settore bancario italiano, come in generale quello europeo, è oggi "molto più solido" rispetto al 2008, con un capitale raddoppiato, dal 6 al 12%.   Continua...