Assicurazioni, evitare rischio arbitraggi su peso titoli di Stato- Eiopa

giovedì 3 marzo 2016 10:57
 

ROMA, 3 marzo (Reuters) - Introdurre un elemento di ponderazione per i titoli di Stato nel capitale delle imprese di assicurazione richiede un approccio coerente per l'intero settore finanziario per evitare arbitraggi di tipo regolatorio e una attenta valutazione di impatto per evitare effetti indesiderati.

Lo ha detto Gabriel Bernardino, presidente Eiopa, intervenendo alla Conferenza Ivass 2016 sull'avvio di Solvency II.

L'introduzione di limiti sull'esposizione in titoli di Stato per evitare eccessiva concentrazione di rischi e il legame tra rischio emittente e rischio paese è dibattuta anche per il settore bancario.

Sia le banche sia le assicurazioni hanno percentuali molto elevate di investimenti in titoli di Stato.

La possibilità di introdurre una ponderazione per i titoli sovrani, rispetto alla valutazione di asset privi di rischio, nel capitale, dovrebbe essere presa in considerazione, ma è una "questione complessa", ha detto Bernardino.

"La mia opinione è che per evitare arbitraggi regolatori occorre un approccio coerente per l'intero settore finanziario, banche e assicurazioni", ha spiegato.

Inoltre dal punto di vista prudenziale, secondo il presidente dell'autorità di vigilanza europea sulle assicurazioni, "occorre costruire incentivi contro una eccessiva concentrazione dei rischi sui specifici titoli sovrani".

Questo deve avvenire però, avverte Bernardino, "attraverso un adeguato processo che includa una rigorosa valutazione di impatto e una definizione di appropriate misure transitorie per evitare conseguenze indesiderate".

Solvency II entrato in vigore da inizio anno fissa le regole di vigilanza per le assicurazioni in Europa.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia