Banca Ifis, nessun dossier su crediti Bpm-B.Popolare, guarda micro corporate-AD

mercoledì 2 marzo 2016 15:41
 

MILANO, 2 marzo (Reuters) - Banca Ifis non ha sul tavolo dossier che riguardino acquisti di crediti in sofferenza del Banco Popolare e di Bpm che le due banche dovranno cedere dopo la fusione e guarda ai mercati del micro corporate e del micro secured.

"Non abbiamo in questo momento niente sul tavolo che riguardi Banco Popolare e Bpm", ha detto l'AD Giovanni Bossi a margine di un convegno a Milano.

Bossi ha poi ribadito di non guardare alla bad bank nata dal salvataggio delle quattro banche commissariate mentre ha spiegato che l'istituto si sta orientando verso i settori micro corporate, che riguarda "imprese molto piccole, anche individuali, con un fatturato fino a 100 mila euro", e micro secured, vale a dire dei mutui garantiti da immobili.

Sul mercato degli npl, Bossi ha spiegato che nel 2016 diventerà importante la capacità delle banche di "dare la migliore visibilità possibile della qualità del credito" ai fondi che investono.

Il mercato, ha spiegato, è perfettamente in grado di assorbire i 2 miliardi di sofferenze che Banco Popolare e Bpm potrebbero mettere sul mercato ogni anno dopo la fusione, per venire incontro alle richieste della Bce, avendo "una potenza di fuoco" di 100 miliardi.

L'inizio del 2016 appare "più caldo" rispetto agli anni passati ma per eventuali operazioni che coinvolgano Ifis, già l'anno scorso molto attiva sul mercato dei crediti al consumo e retail con acquisti per 4 miliardi, bisognerà aspettare gli appuntamenti con i risultati semestrali e annuali.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia