Saipem, finanziamento da pool banche per 3,2 mld, estinto debito con Eni

venerdì 26 febbraio 2016 19:01
 

MILANO, 26 febbraio (Reuters) - Saipem ha ottenuto un finanziamento da parte di un consorzio di banche dell'importo di 3,2 miliardi di euro.

Lo annuncia una nota, ricordando che l'erogazione del finanziamento fa seguito al contratto sottoscritto lo scorso 10 dicembre da 4,7 miliardi di linee di credito senior.

Queste comprendono una linea 'bridge to bond' di 1,6 miliardi a 18 mesi, prorogabile di ulteriori 6 mesi; un 'term loan' di 1,6 miliardi a 5 anni e una 'revolving facility' di 1,5 miliardi a 5 anni.

In base agli accordo con Eni dello scorso ottobre Saipem ha quindi estinto integralmente l'indebitamento nei suoi confronti della controllante attraverso le risorse derivanti sia dal 'bridge to Bond e dal 'term loan' nonché dai quelli provenienti dalla dalla recente sottoscrizione dell'aumento di capitale.

Le linee di credito sono state sottoscritte da Banca Imi/Intesa Sanpaolo, Citi, Deutsche Bank, Mediobanca e UniCredit in qualità di mandated lead arranger e bookrunner.

Goldman Sachs e JPMorgan hanno partecipato in qualità di joint lead arranger. ABN AMRO, Bank of China, BNP Paribas, DNB Bank, HSBC, ING e Standard Chartered si sono uniti alla transazione in qualità di mandated lead arrangers, Ubi come Lead Arranger. Mps, Bpm, Banco Santander, ICBC (Europe), Mizuho e Banca Popolare di Sondrio in qualità di co-arrangers.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia