MONETARIO-Brevissimi inchiodati poco sopra -0,3%, da Draghi conferme su marzo

venerdì 19 febbraio 2016 11:55
 

MILANO, 19 febbraio (Reuters) - Sul mercato interbancario la parte brevissima della curva resta saldamente inchiodata a pochi millesimi dal riferimento di -0,3% per i depositivi overnight in banca centrale.

In una settimana segnata da nuovi bruschi assestamenti delle borse, mentre il livello del greggio non accenna a riprendere facendo sfumare le prospettive sulle aspettative di inflazione, i tassi giorno a giorno beneficiano dell'effetto 'cuscinetto' grazie all'isolamento garantito dall'eccesso di fondi.

** In occasione della lunga testimonianza davanti alla commissione Affari economici e monetari del parlamento europeo, Mario Draghi non ha fatto che cementare le prospettive di imminenti misure espansive.

** Oltre a un'ulteriore limatura del riferimento sui depositi, che dovrebbe passare per lo meno a -0,4% se non addirittura -0,5%, si ragiona su quale possa essere la terapia d'urto che Francoforte potrebbe decidere di adottare tra meno di tre settimana.

** "I tassi Euribor e la curva Eonia riflettono per il momento un taglio da dieci centesimi, da qui alle prossime settimane qualcosa si potrebbe però muovere", commenta l'operatore di una tesoreria.

** Altre opzioni per la Bce su cui scommettono a diverso grado mercati finanziari e investitori sono un aumento dell'importo mensile degli acquisti 'qe', un'ulteriore proroga della durata del programma o l'inclusione di nuove categorie di asset tra gli acquisti.

** Non manca nemmeno chi ipotizza un ammorbidimento dei requisiti minimi sul rating - sempre per gli asset che Francoforte può sottoscrivere sul mercato.

** Diffuso soltanto ieri, il 'rendiconto' della riunione di fine gennaio sui tassi mette in evidenza come le posizioni all'interno del consiglio fossero del resto il mese scorso ancora ampiamente diversificate.

** Per tornare infine brevemente ai fattori che potrebbero influenzare la parte brevissima della curva dei tassi, da segnalare una liquidità in eccesso intorno ai 650 miliardi di euro, con una leggera distruzione legata ai riversamenti fiscali italiani iniziati ieri, che proseguiranno fino a mercoledì 23.

** Intorno alle 12 su General Collateral Italia l'overnight vale -0,265%, tom e spot/next in area -2,6%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia