Banche, investitori guardano opportunità, più razionali su sofferenze-banchieri

giovedì 18 febbraio 2016 16:13
 

MILANO, 18 febbraio (Reuters) - La percezione degli investitori istituzionali sulle banche italiane è più razionale di qualche mese fa con una maggiore attenzione ai fondamentali degli istituti e la consapevolezza che il problema delle sofferenze non può essere risolto a stretto giro di posta.

E' questo il feedback riportato da alcuni banchieri che oggi hanno partecipato alla Ubs Conference in cui hanno avuto incontri 'one-to-one' con investitori europei e americani.

"Il feeling che ho percepito è misto. C'è sicuramente molta curiosità sul discorso sofferenze, su cosa sta succedendo e su come le banche si stanno organizzando. C'è però più razionalità rispetto a qualche tempo fa perché tutti hanno capito che il problema non si risolve in poche settimane ma richiede un approccio di medio termine", ha spiegato il Ceo di UniCredit Federico Ghizzoni.

"Allo stesso tempo devo dire che c'è molta curiosità su che tipo di opportunità può dare investire oggi sulle banche italiane perché i prezzi sono sicuramente attraenti. Quindi domande in senso positivo non soltanto preoccupazione come era forse 1-2 mesi fa", ha aggiunto.

"Mi sembra che i professionali guardino più i fondamentali", ha detto l'AD di Bpm Giuseppe Castagna.

"C'è poi un discorso sull'Italia che è percepita come parte più debole del sistema bancario europeo e quindi prende ogni tanto degli scossoni", ha aggiunto. "Queste occasioni sono buone per far vedere tutti i numeri e per dimostrare che siamo molto solidi".

"Rispetto al clima di fine 2015 e inizio anno il clima è molto più razionale, attento ai rischi ma anche alle opportunità. Qualche tempo fa era un sell-off completo", ha concluso Ghizzoni.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia