Italia, ripresa beneficerebbe nel breve di politica più espansiva-Ocse

giovedì 18 febbraio 2016 15:41
 

MILANO, 18 febbraio (Reuters) - La ripresa italiana trarrebbe un beneficio di breve termine da una politica di bilancio meno restrittiva, anche se i problemi fiscali del paese non vanno ignorati.

Lo dice a Reuters l'economista responsabile del desk Italia dell'Ocse Mauro Pisu, nel giorno in cui l'organizzazione, nell'Interim Economic Outlook, ha tagliato le stime di crescita su gran parte delle economie mondiali, incluse Italia e zona euro.

Ad una domanda sulle richieste di maggior flessibilità che il governo Renzi sta avanzando in Commissione europea, Pisu risponde che "la ripresa italiana potrebbe beneficiare nel breve termine da politiche fiscali meno stringenti". Tuttavia, sottolinea, "le sfide fiscali dell'Italia non possono essere ignorate e il Paese deve rispettare le regole di bilancio Ue".

L'economista aggiunge che le regole di flessibilità Ue potrebbero essere utilizzate "ma il governo deve fare in modo di utilizzare i margini fiscali risultanti per proseguire l'ambiziosa agenda di riforme strutturali o per incrementare la spesa, ad esempio per infrastrutture di qualità, in modo da sostenere la crescita di lungo termine e non solo un allentamento delle tensioni fiscali di breve termine".

Sul recente accordo raggiunto tra Italia e Commissione per la cartolarizzazione delle sofferenze bancarie, Pisu spiega che è "probabilmente il migliore che potesse essere trovato data l'attuale regolamentazione Ue sugli aiuti di Stato".

L'economista sottolinea tuttavia che è ancora presto per capire quale sarà l'efficacia del piano, essendo questo "altamente innovativo e non testato".

(Giulio Piovaccari)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia