Padoan non vede rischi di manovra correttiva dopo dati Pil trim4

mercoledì 17 febbraio 2016 16:03
 

ROMA, 17 febbraio (Reuters) - L'andamento del Pil nel quarto trimestre del 2015, pur inferiore alle attese, non è tale da pregiudicare gli obiettivi di deficit fissati a settembre dal governo.

Lo dice il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, minimizzando i rischi di una manovra correttiva dopo che Istat ha indicato nella media dello scorso anno un tasso di crescita pari a +0,7%, inferiore di 2 decimi rispetto alla stima ufficiale dell'esecutivo.

"Tutti i principali indicatori relativi alla domanda interna, in particolare consumi ed occupazione, sono in linea se non migliori delle attese del governo", dice il ministro nel corso del question time alla Camera.

Sottolineando che il "gettito fiscale non dovrebbe soffrire" del Pil inferiore alle attese di governo, Padoan ha precisato che "non sussisterebbero rischi di scollamento dallo scenario programmatico".

L'indebitamento netto dovrebbe scendere quest'anno al 2,4% dal 2,6% del Pil indicato per l'anno scorso.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia