Banche, via libera Commissione Ue a piano gestione sofferenze

mercoledì 10 febbraio 2016 12:30
 

BRUXELLES, 10 febbraio (Reuters) - La Ue ha dato oggi il suo via libera alle iniziative di Italia e Ungheria per la gestione dei crediti deteriorati delle banche, secondo quanto riporta una nota della Commissione.

In particolare per l'Italia, la Commissione ha formalizzato l'accordo raggiunto dal Commissario Margrethe Vestager e dal Ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan lo scorso 26 gennaio.

Lo schema, che oggi sarà definitivamente varato dal consiglio dei ministri convocato per le 21.00, prevede che la garanzia statale sarà remunerata "in linea con le condizioni di mercato per il rischio assunto concedendo una garanzia sui prestiti cartolarizzati in sofferenza", osserva la nota della Commissione spiegando che in questo modo la misura non è un aiuto di Stato.

Il meccanismo, denominato Gacs, punta a incentivare le banche a cedere sofferenze a veicoli ad hoc che poi dovranno cartolarizzare questi crediti, facendoli uscire dai bilanci bancari.

I crediti in sofferenza lordi delle banche italiane ammontano a oltre 200 miliardi e sono già stati svalutati a circa 88 miliardi di euro.

Lo schema italiano prevede una garanzia limitata alle tranche senior delle cartolarizzazioni, cioè quelle più sicure, che sopportano per ultime le eventuali perdite derivanti da recuperi sui crediti inferiori alle attese.

Il prezzo del Gacs sarà calcolato prendendo come riferimento i prezzi dei CDS degli emittenti italiani con un livello di rischio corrispondente a quello dei titoli garantiti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia